Comune di Brescia tourism website: useful information about what to see and where to go.

  • English
  • Français
  • Deutsch
  • Español
  • Italiano

DONNE: LE PROTAGONISTE DEL BRESCIA PHOTO FESTIVAL 2019

Fr, 12/04/2019 - 12:01 -- sfrassine
Brescia, Photo Festival 2019

Dal 2 maggio all' 8 settembre torna in città il Brescia Photo Festival, la rassegna internazionale di fotografia, con la direzione artistica di Renato Corsini. Il tema del festival saranno le donne e il vastissimo e complesso universo femminile, che verranno presentati in una serie di 18 mostre tematiche, monografiche e one-off in dieci diverse sedi, workshop, concerti, proiezioni cinematografiche e visite guidate
Un'operazione culturale di taglio internazionale con la maggior parte degli eventi in programmazione originale e alcune "prime" italiane.

GLI EVENTI DEL FESTIVAL (dal 2 al 5 maggio): 
- Giovedì 2 maggio alle 18 il concerto per pianoforte di Alessandro Taverna inaugura il Brescia Photo Festival. Il giovane pianista si esibirà al Museo di Santa Giulia per una straordinaria anteprima delle 9 mostre del festival allestite nel museo. L’ingresso è libero fino a esaurimento posti. (max 100 posti, prenotazione obbligatoria a partire dal 30 aprile. Ogni persona può prenotare al massimo 2 posti al numero 030/2977833 - 834 o alla mail santagiulia@bresciamusei.com)
- Domenica 5 maggio alle ore 18.30, al Salone delle Danze del Ma.Co.f, sarà indagato il rapporto tra donne e musica con due eventi imperdibili: la presentazione del libro "Riot Not Quiet" di Laura Pescatori e lo spettacolo "L’altra metà del cielo. Le donne nelle copertine dei dischi di Paolo Mazzuchelli."
- Sempre domenica 5 maggio alle ore 11 le fotografe, le cui opere sono esposte nelle numerose mostre allestite in città, saranno protagoniste di una tavola rotonda. I fotografi esordienti avranno inoltre la possibilità di mostrare i loro lavori a fotografi professionisti e, per i più giovani di loro, in calendario un progetto di street photography, per raccontare il festival, le inaugurazioni, i talk con gli autori. I loro lavori saranno raccolti nella mostra I Giorni del Festival, che sarà successivamente allestita presso lo spazio Bunker (produzione Brescia Photo Festival).

Le donne saranno raccontate anche attraverso una rassegna cinematografica e documentaristica, al Cinema Nuovo Eden:
- Si inizia giovedì 2 maggio alle ore 21 con "The Connection", lungometraggio d’esordio di Shirley Clarke, celebre filmmaker.
- Venerdì 3 maggio alle ore 21.15 verrà presentato l'ultimo lavoro di Laetitia Carton "Le grand Bal", un inno senza tempo alla magia del ballo e all’armonia di anime e corpi nella diversità.
- Si conclude domenica 5 maggio alle ore 21 con "Franca. Chaos and creation" di Francesco Carrozzini, un ritratto intimo di Franca Sozzani, madre del regista e leggendaria direttrice di Vogue Italia. Un’icona che ha dettato lo stile degli ultimi venticinque anni.

E infine per le famiglie con bambini saranno organizzati laboratori al Museo di Santa Giulia per conoscere grandi fotografi attraverso immagini intense che restituiscono una visione della donna da molteplici punti di vista.

LE MOSTRE (dal 2 maggio all'8 settembre)
Il Museo di Santa Giulia ospiterà un percorso di 9 mostre, che verranno inaugurate il 2 maggio alle 19.30: un trittico tematico dedicato al rapporto tra donne e obiettivo fotografico; tre monografiche dedicate al ritratto dal XIX al XXI secolo; un’installazione che ripercorre la vita e la carriera di oltre trenta fotografe italiane, dall’inizio del secolo ad oggi e due progetti one-off, omaggio a grandi artisti contemporanei.

  • Il trittico 
    - Donne davanti l’obiettivo, a cura di Mario Trevisan, racconta il nudo femminile con 110 straordinari scatti di artisti di fama internazionale dagli albori della fotografia a oggi, passando dagli anni ’20 e dalla Parigi del periodo surrealista, all'America Latina degli inizi del ‘900, non dimenticando il Giappone e la sua cultura.
    - Dietro l’obiettivo, a cura di Alessandra Capodacqua, conta 100 immagini di 70 tra le più importanti fotografe italiane appartenenti a generazioni e ambiti espressivi diversi; affiorano i mutamenti concettuali, estetici e tecnologici che hanno caratterizzato la fotografia italiana dell’ultimo cinquantennio.
    Autoritratto al femminile, a cura di Donata Pizzi e Mario Trevisan, chiude idealmente il trittico e ammicca alla cultura del selfie con 50 opere caratterizzate da una forte ricerca nella rappresentazione intimista del soggetto/oggetto.
  • Le monografiche
    Due le esposizioni dalla collezione di Massimo Minini, entrambe per la prima volta in Italia: "Julia Margaret Cameron",  25 fotografie vintage della più importante ritrattista di epoca vittoriana; ed "Elisabetta Catalano. Ritratti dell’arte", 30 scatti di una delle più importanti fotografe italiane.
    - Mihaela Noroc:"The Atlas of Beauty"; la fotografa romena espone a Brescia 44 opere e testimonia come la bellezza non abbia etnia ridefinendo il concetto di bellezza multiculturale.
  • L’installazione
    - "Parlando con voi", ideata dal fotografo Giovanni Gastel, ripercorre attraverso un suggestivo approccio multimediale, la vita e la carriera di oltre 30 fotografe italiane, dall’inizio del secolo ad oggi.
  • I progetti One-Off
    A completare questo percorso artistico-culturale due progetti speciali post in dialogo con le esposizioni permanenti del Museo:
    - "L’esposizione Dea. La Vittoria alata", dedicata alla straordinaria statua di bronzo, simbolo della città di Brescia, temporaneamente in restauro, con immagini dell'Archivio fotografico dei Musei Civici e tre opere inedite di Maurizio Galimberti.
    - In "VBSS.002", Vanessa Beecroft ritrae se stessa come una Madonna che allatta due gemelli neri anziché un bambino bianco. Si tratta di un simbolo da una parte di colonizzazione, violenza etnica e predominanza, dall’altra emblema di un amore puro e istintivo come quello materno e di congiunzione tra tutti i popoli.

PINACOTECA TOSIO MARTINENGO 
In Pinacoteca si potrà ammirare il progetto "Ma-donne": un meraviglioso scatto di Tazio Secchiaroli con Sophia Loren nell’inedita veste di una Madonna, icona per eccellenza della femminilità, si inserisce in un dialogo senza tempo con le opere della collezione permanente di pittura raffiguranti la Madonna.

Ma.Co.f. – CENTRO DELLA FOTOGRAFIA ITALIANA (dal 2 maggio al 31 luglio)
Quattro mostre, che verranno inaugurate venerdì 3 maggio alle 18.30, indagano il ruolo della donna nella società e nel mondo del lavoro negli ultimi 70 anni, in Italia e all’estero.

  1. "Happy Years. Sorrisi e malizie" nel mito di Betty Page e nel mondo delle pin-up, espone una trentina di fotografie vintage degli anni ’50, insieme a un inedito reportage sull'America di quel periodo e pubblicazioni e documenti originali d'epoca che parlano dell’affermazione dei diritti femminili e del ruolo della donna nell’America postbellica.
  2. "Una, nessuna, centomila" racconta l’esperienza di 10 fotografe italiane che nel 1976 indagarono la relazione fra donna e fotografia.
  3. "La rivoluzione silenziosa. Donne e lavoro nell’Italia che cambia", un racconto fotografico corale della storia del lavoro delle donne in Italia e dei cambiamenti che ha portato nella condizione femminile, in un paese in trasformazione.
  4. A chiusura una monografica che omaggia il fotografo bresciano Gian Butturini: "Donne, lo sguardo, le storie", 35 fotografie in bianco e nero che raccontano la sua visione dell’universo femminile.

LA METROPOLITANA, LE PIAZZE DELLA CITTÀ E SPAZIO CONTEMPORANEA 

- "Belle dentro. Racconti di libertà sospesa dal carcere femminile di Verziano" è un progetto che ha dato ad alcune detenute, la possibilità di essere “straordinarie” davanti all’obiettivo di un fotografo. 15 di questi ritratti, a partire dal 3 maggio alle ore 17.30, saranno esposti, grazie al contributo di Brescia Mobilità, nelle principali stazioni della metropolitana di Brescia, in una sorta di mostra diffusa. L'intero reportage del progetto, con oltre 150 ritratti, sarà poi esposto allo Spazio Contemporanea, dall’11 maggio alle 19.00, fino al 14 luglio.
- Sempre dall' 11 maggio alle 19.00, fino al 14 luglio, lo Spazio ospita anche "Plurale al femminile", un lavoro originale di street photography, che fotografa donne delle diverse nazionalità di Brescia, una città multietnica e cosmopolita.

Il Brescia Photo Festival offre anche proposte educative per le scuole grazie a tre laboratori e speciali visite guidate. Le attività, a pagamento, necessitano una prenotazione obbligatoria al CUP del Museo di Santa Giulia 030/2977833 - 834 o alla mail santagiulia@bresciamusei.com. Info negli allegati.

Il Brescia Photo Festival esce infine dai confini della città: 

MUSEO LECHI, MONTICHIARI (dal 10 maggio al 15 settembre):
- La mostra "Hollywood versus Cinecittà", che verrà inaugurata venerdì 10 maggio alle 18.00, mette a confronto le fotografie dei paparazzi della Roma della Dolce Vita con quelle della stampa hollywoodiana dell’America degli anni ’30. 

GALLERIA CIVICA PALAZZO TODESCHINI, DESENZANO DEL GARDA (dall'11 maggio al 28 luglio)
- "Miss Italia. Miti e leggende dell’era delle Miss", racconta i miti e le leggende del celebre concorso, oltre all’evoluzione dell’estetica femminile, attraverso gli scatti di due grandi maestri della fotografia italiana. La mostra verrà inaugurata sabato 11 maggio, alle 17.00.

BRESCIA PHOTO FESTIVAL
Dal 2 maggio all' 8 settembre
Museo di Santa Giulia, orari di apertura: da martedì a venerdì dalle 9.00 alle 17.00; sabato dalle 10.00 alle 18.00; domenica dalle 10.00 alle 18.00.
Pinacoteca Tosio Martinengo, orari di apertura: 
da martedì a venerdì dalle 9.00 alle 17.00; sabato dalle 10.00 alle 18.00; domenica dalle 10.00 alle 18.00.
Dal 2 maggio al 31 luglio

Ma.Co.f., orari di apertura: da martedì a domenica dalle 15.00 alle 19.00.
Dall’11 maggio al 14 luglio.
Spazio Contemporanea, orari di apertura: da giovedì a domenica dalle 15.00 alle 19.00.
Info >
 www.bresciaphotofestival.it 

 

Galleria: