Comune di Brescia tourism website: useful information about what to see and where to go.

  • English
  • Français
  • Deutsch
  • Español
  • Italiano

IL CASTELLO DI BRESCIA AL 3° POSTO NEI LUOGHI DEL CUORE FAI

Lun, 01/03/2021 - 10:53 -- Armando
Tags: 
Brescia, il Castello Luogo del Cuore FAI

Presentati i risultati definitivi della classifica del 10° censimento “I Luoghi del Cuore” del Fondo Ambiente Italiano: il Castello di Brescia sale sul podio come 3° classificato con ben 43.469 voti!
Un grande risultato per il Castello e per Brescia in quanto per la 1° volta un sito bresciano ha raggiunto un risultato così significativo all’interno del censimento FAI.

Poderosa fortificazione sulle pendici del colle Cidneo, il Castello, denominato “Falcone d’Italia” per la posizione alta sulla città è uno dei piú vasti complessi fortificati della penisola con i suoi 75.000 metri quadrati racchiusi entro la cinta muraria. L’antica fortezza veneziana-viscontea domina sulla città e le sue strutture edilizie, ben conservate, testimoniano l’evolversi delle tecniche militari che hanno reso, nel tempo, questo sistema difensivo inespugnabile e perfetto strumento di controllo sulla città da parte dei vari “dominatori” che si sono succeduti a Brescia.

Percorrendo i camminamenti che salgono dal portale d’ingresso alla sommità del colle, il visitatore compie un viaggio a ritroso nel tempo: dall’architettura militare del Cinquecento (inizio del periodo di dominazione Veneta), a quella dell’Ottocento (periodo dell’occupazione austriaca) fino alla cerchia muraria piú interna medievale, realizzata dai Visconti.

Il blocco colle-Castello è da sempre, quindi, parte integrante della città. Eppure, oggi, andare “in Castello” significa non solo visitare l’insieme delle poderose fortificazioni della Rocca, ma anche passeggiare nelle vaste aree ricreative che sorgono entro le mura o lungo le stradine ombreggiate fin alla sommità del colle Cidneo.

Le caratteristiche naturali del sito, fin dai primi insediamenti sfruttate a scopo difensivo hanno, col tempo, cambiato funzione. Le pendici del colle Cidneo, prima brulle e coperte di pietrame per permettere l’avvistamento dei nemici, appaiono oggi totalmente cambiate: queste dalla fine del XIX secolo sono state completamente riassettate e sono stati creati viali alberati e collocati monumenti e steli; da allora il Castello ha assunto una funzione pubblica di carattere sia ricreativo sia culturale-scientifico.

Il Mastio visconteo ospita il civico Museo delle Armi “Luigi Marzoli”, uno dei piú importanti d’Europa per la ricchezza delle sue collezioni d’armi e armature quattro-cinquecentesche e armi da fuoco sei-settecentesche. Il materiale, di grande interesse storico ed artistico, è ordinato in vari settori, suddivisi per epoche e tipologie. I circa seicento pezzi esposti offrono una espressiva documentazione sia della produzione armiera milanese sia di quella bresciana, che vanta una tradizione plurisecolare.

Il Comitato Amici del Cidneo è stato il promotore ufficiale della candidatura del Castello di Brescia, al quale si sono unite le molteplici voci e rappresentanze della città, rendendo possibile questo storico risultato. Un ringraziamento va ai soci del comitato Amici del Cidneo Onlus, agli enti istituzionali e di promozione del territorio, alle associazioni di categoria, agli ordini professionali, ai testimonial (artisti, sportivi e influencer), oltre ai tanti insegnanti e presidi di scuole pubbliche e paritarie che hanno favorito la raccolta di firme tra gli alunni e i genitori, ed infine grazie a tutti quelli che hanno contribuito a rendere possibile questo risultato straordinario!