Portale del turismo del Comune di Brescia: tutte le informazioni utili per la visita della città

  • English
  • Français
  • Deutsch
  • Español
  • Italiano

Le Strade del Vino

Brescia vigneti sul lago di Garda

Tre Strade del Vino accompagnano la visita di Brescia:

La Strada del Franciacorta, che si snoda, con un percorso di circa 80 km, fra gli splendidi vigneti, le torri medievali, i palazzi cinquecenteschi, i castelli ed i piccoli borghi del territorio situato fra Brescia ed il Lago di Iseo. Gli attuali confini della Franciacorta coincidono con quelli dell’organizzazione del contado in età viscontea,  ripresa e poi confermata dalla Serenissima nel XV secolo. Il nome Franciacorta ci riporta alla sua storia legata alle Corti Franche e a quando, dopo l’arrivo dei monaci cluniacensi, il territorio godette di libero scambio nel commercio (curtes francae); il nome “Franzacurta”comparve per la prima volta nel 1277. L'Associazione Strada del Franciacorta promuove oggi lo sviluppo turistico, in particolare enogastronomico, di un territorio vocato alla viticoltura da tempo immemorabile.

La Strada del Vino Colli dei Longobardi percorre, partendo da Brescia, i colli ed i vigneti in direzione Sud e Est della città, dove si producono rispettivamente i vini Capriano del Colle e Botticino, in un'area vocata, fin dall'antichità, alla viticoltura.La Strada del Vino Colli dei Longobardi prende il suo nome ed il suo emblema da quel popolo che, sulle vestigia di una fiorente civiltà romana, rese ancora più florida e ricca l'antica Brixia.

La Strada dei Vini e dei Sapori del Garda si snoda lungo la riviera del lago, da Sirmione a Limone e comprende le colline dell'entroterra, zona di produzione dei tre vini a Denominazione d'Origine Controllata della Strada: Garda Classico, Lugana e San Martino della Battaglia.Non solo il vino, ma anche il cibo costituisce una parte integrante della storia e della "costruzione" del paesaggio. La caratteristica dei ristoranti e delle aziende agrituristiche che aderiscono all'Associazione sta nella promozione e nella salvaguardia della tipicità gastronomica gardesana, nell'utilizzo di materie prime tradizionali e nel corretto abbinamento ai vini.