Portale del turismo del Comune di Brescia: tutte le informazioni utili per la visita della città

  • English
  • Français
  • Deutsch
  • Español
  • Italiano

Newsletter del 10 marzo 2014

 

 La Newsletter di TurismoBrescia.it 

10 marzo 2014

LA CROCE DI DESIDERIO

Domenica 9 marzo per “L’opera del mese” è stata presentata la Croce di Desiderio, uno dei manufatti più rappresentativi del Museo di Santa Giulia.
La tradizione racconta che la croce fu donata al monastero di San Salvatore e Santa Giulia dal re longobardo Desiderio e da sua moglie Ansa. Questa croce, realizzata in legno e rivestita da una lamina metallica impreziosita da gemme,  veniva montata su un'asta ed esposta in occasione delle festività più significative. È una delle più grandi croci gemmate giunte fino a noi, ricoperta da ben 211 gemme incastonate sui quattro bracci, e presenta il maggior numero di gemme antiche reimpiegate, circa 50. All’incrocio dei bracci ci sono due grandi medaglioni: sul fronte, il Cristo in trono a sbalzo, (sec. IX-X), circondato da quattro miniature (X-XVI sec. d.C.), e, sul verso, il Cristo crocefisso, (sec. XVI).

Rarità preziose della croce sono il medaglione con i ritratti in foglia d’oro della metà del III sec., il ritratto di Federico II di Svevia e due rarissime gemme nordeuropee, le cosiddette Alsengemme, di cui esistono solo sette esemplari in Italia, ben sei a Brescia.
La croce si trova all’interno di Santa Maria in Solario, nel museo di Santa Giulia, dove anticamente era custodito il tesoro del monastero,

Durante l’incontro sono state presentate le riproduzioni tattili della Croce di Desiderio, sia a grandezza naturale, sia in tavolette di dimensioni minori per una lettura completa ed efficace dell’opera. Il nuovo strumento va ad ampliare i percorsi tattili di Santa Giulia: si aggiunge infatti alle altre sezioni già presenti in museo del percorso per ipovedenti “Il filo di Arianna”, che già prevede copie di originali di età romana e testi in braille.

CULTURA

MORETTO, SAVOLDO, ROMANINO, CERUTI. 100 CAPOLAVORI A BRESCIA

Dal 1° marzo al 1° giugno 2014 Brescia, ospita in Palazzo Martinengo la grande mostra “MORETTO, SAVOLDO, ROMANINO, CERUTI. 100 capolavori dalle collezioni private bresciane”. La mostra riunisce per la prima volta una selezione di 100 dipinti antichi di altissima qualità provenienti dalle più importanti raccolte private della città e della provincia di Brescia, per offrire al pubblico l’opportunità di entrare in contatto con il mondo segreto e inaccessibile delle dimore bresciane, scrigni di tesori d’arte di inestimabile valore.

Leggi tutto...

SPETTACOLI

BRESCIA FESTIVAL DI DANZA AL VIA!

Ha preso il via l'8 marzo il Festival della Danza ideato da Danzarte. Il Festival si è guadagnato un respiro nazionale ed internazionale, divenendo occasione privilegiata per vedere i migliori rappresentanti della nuova danza. Fin dal 1998 Brescia ha potuto ospitare grandi compagnie di danza contemporanea, teatro danza e teatro fisico. Un occhio di riguardo sarà riservato, come sempre, agli artisti emergenti. Proprio per loro, sono stati creati luoghi di incontro e di crescita, spazi come le residenze o le Serate eXpLò, facenti parte della rete Anticorpi XL. Agli spettacoli si affiancano varie attività dedicate agli spettatori, come la serata Danzarte/Danza.
 

Leggi tutto...

SENTIERI SELVAGGI AL TEATRO GRANDE

La Stagione del Teatro Grande si arricchisce con due appuntamenti musicali con l’Ensemble Sentieri Selvaggi. Il primo appuntamento è previsto per martedì 11 marzo alle 21.00 con Momenti musicali, (importante progetto condiviso dalla Fondazione per avvicinare il grande pubblico alla musica contemporanea), il secondo appuntamento è previsto per martedì 8 aprile alle 21.00, un concerto dedicato alla musica da camera del nostro tempo con i Quartetti di Steve Reich. 

Leggi tutto...

 
MANIFESTAZIONI

METRO RUN

L’associazione Sportiva Dilettantistica San Filippo Runners ripropone per domenica 23 marzo 2014 la Metro Run, un evento podistico lungo il tracciato della metropolitana di Brescia, che con la prima edizione, nell’anno 2013, ha riscosso un elevato grado di apprezzamento.

La corsa, nonostante la lunghezza del tracciato (circa 16 km), è rivolta non solo agli atleti e ai podisti, ma anche a tutti coloro che amano muoversi e godere delle varietà del paesaggio cittadino che il percorso della Metro Run offre: dalla zona Nord alle vie strategiche del centro, dalla “Brescia della finanza” (BresciaDue) al verde dei  parchi che uniscono la Poliambulanza a Buffalora.

Leggi tutto...

 
BRESCIA IN PILLOLE

Brescia capitale del Regno con Re Desiderio

Desiderio nacque a Brescia nell’VIII secolo d.C. e apparteneva all’aristocrazia bresciana. Fedele seguace del re longobardo Astolfo, venne dapprima nominato Duca di Tuscia; a seguito, poi, di un accordo con l’ambizioso Papa Stefano II, venne incoronato re dei Longobardi nel 757.
Nell’anno 753 diede inizio alla costruzione del Monastero di San Salvatore a Brescia, cui sottomise un’intera rete di complessi monastici tra la Lombardia, l’Emilia e la Toscana. Nominò badessa di San Salvatore la figlia Anselperga, che abilmente sfruttò la potenza economica dei numerosi beni posseduti dal monastero. Nel 771 Anselperga accolse tra le mura di San Salvatore la sorella Ermengarda, ripudiata dal marito Carlo Magno.
La figura di Ermengarda è avvolta nella leggenda. La principessa fu data in moglie a Carlo, figlio di Pipino il Breve re dei Franchi, per conciliare i rapporti tra i due popoli ma, una volta consolidato il potere dei Franchi, Carlo Magno rimandò la sposa al padre; ella trovò rifugio nel monastero bresciano, dove morì e fu sepolta.
Altro personaggio di spicco di questa aristocratica famiglia fu Adelchi. Figlio di Desiderio e della moglie Ansa, venne dal padre associato al trono nel 759. Il ricordo della sua figura è legato essenzialmente ad Alessandro Manzoni con la tragedia che prende il suo nome, “Adelchi” e che venne rappresentata la prima volta a Torino nel 1843.