Portale del turismo del Comune di Brescia: tutte le informazioni utili per la visita della città

  • English
  • Français
  • Deutsch
  • Español
  • Italiano

ALBANO MORANDI: QUARANT'ANNI DI RICERCA IN UNA MOSTRA

Ven, 08/10/2021 - 15:41 -- forlandi
Brescia, Palazzo Martinengo Cesaresco, Albano Morandi 2021

A partire dall’8 ottobre 2021, verrà esposta a Palazzo Martinengo Cesaresco la mostra antologica dedicata alla vita e alla ricerca di Albano Morandi. Grazie a questa presentazione, si aprono le porte al progetto espositivo triennale che è stato creato dallo stesso Palazzo Martinengo per dare l’opportunità ad alcuni artisti bresciani, affermati a livello nazionale ed internazionale, di esporre le proprie opere in uno dei palazzi artisticamente più rilevanti della loro città natale. Ognuna di queste mostre verrà portata avanti con i contributi di critici d’arte italiani, scelti dalla curatrice Ilaria Bignotti che si occupa di archivi d'artista e cura progetti rigurdanti l'arte contemporanea. 

A Morandi, seguiranno Armida Gandini e Claudio Musso nel 2022 e Maurizio Donzelli e Paola Pezzi nel 2023. Gli artisti nascono in decenni diversi del 1900, vivendo alcuni dei momenti storici più importanti di quel secolo, dal disgelo della Guerra Fredda al boom economico e dal Sessantotto agli anni di Piombo. Ciò che li accomuna e li avvicina, però, è la voglia di comportarsi fuori dagli schemi della storia e della critica d’arte convenzionale; seppur ognuno di loro intraprenda poi una direzione linguistica differente. Tuttavia, nel corso degli anni, questi artisti hanno sempre mantenuto la propria identità artistica, raccontando vicende nazionali ed internazionali. 

Albano Morandi nasce a Salò nel 1958, si diploma in scenografia all’Accademia di Belle Arti di Roma che gli permette di unire le sue passioni più grandi: musica, pittura, teatro, letteratura. Ha insegnato per oltre quindici anni Scenografia e Pittura in alcune scuole d’arte importanti tra Verona e Brescia, tra cui la LABA, l’Accademia Santa Giulia e l’Accademia Cignaroli di Verona. Fino al 2021 è stato Responsabile del Servizio Specialistico Arte Contemporanea del Comune di Brescia ed attualmente è il Direttore Artistico della Fondazione Vittorio Leonesio di Puegnago del Garda. La sua prima mostra venne presentata nel 1984 al Centro d’Arte Santelmo di Salò. 

Già nel 2017, alla Fondazione Vittorio Leonesio, fu presentata la sua prima antologica per i quasi quarant'anni di ricerca.Infatti, la sua mostra presentata al Palazzo Martinengo Cesaresco, sala dopo sala, ripercorre l’intero ciclo della sua ricerca. Inoltre, questa esposizione serve per comprendere l'evoluzione del linguaggio, la stratificazione della materia e la coerenza, pur nella variazione delle forme e dei risultati estetici, del messaggio e della poetica dell’artista.
Si passa dagli anni ‘70, quando l’artista sperimentava la resistenza del colore sulla carta di riso e su altri supporti cartacei ai lavori tra gli anni Settanta e la fine del decennio, dove viene sottolineata la compiutezza del lavoro, tra emersione e latenza dell’immagine. Una delle più grandi opere di Morandi, presente nell'esposizione, è la grande installazione Site-Specific “Gesti Quotidiani” formata da forme geometriche e griglie cromatiche, più volte modificata dal 1996 fino ad oggi con diversi soggetti, supporti e tecniche. Morandi utilizza il site-specific come strumento per esporre e valorizare le proprie opere e anche perchè è una parte fondamentale di esse. 

La mostra a lui dedicata è il manifesto dell'intero progetto triennale e avvia in modo corretto la lettura critica delle opere e il display delle altre esposizioni. 

 

Albano Morandi 2021
Dall'8 ottobre 2021 al 14 novembre 2021

Per maggiori informazioni 
Sito Albano Morandi
Sito Palazzo Martinengo Cesaresco
Facebook
Instagram
Mail