Portale del turismo del Comune di Brescia: tutte le informazioni utili per la visita della città

  • English
  • Français
  • Deutsch
  • Español
  • Italiano

"MECCANICHE DELLA MERAVIGLIA": LO STUPORE DELL'INCONSUETO

Gio, 28/02/2019 - 14:11 -- emaifrini
Brescia, Meccaniche della meraviglia

Sabato 16 marzo torna Meccaniche della Meraviglia, la manifestazione culturale rivolta alla riscoperta di monumenti ed edifici architettonici del territorio attraverso installazioni artistiche sito-specifiche. L'iniziativa, ideata da Albano Morandi, si svolge in collaborazione con la Galleria AplusB, Stelva Artist in Residence, Palazzo Monti, la Galleria Marignana Arte di Venezia, Acme Art Lab e Ilaria Bignotti

Il progetto si sviluppa tra spazi dedicati alle manifestazioni culturali e luoghi solitamente non accessibili: la Chiesa di San Giacomo al Mella in via Milano, Palazzo Monti in piazza Tebaldo Brusato, Spazio contemporaneo in corsetto Sant'Agata, Bunker in via Odorici e, per ultimo, Mo.Ca in piazza Sant'Alessandro.  

Quest'anno l'iniziativa coinvolge artisti internazionali, dall'Inghilterra al Giappone: Finbar Ward e Rosie Reed da Londra, Davide Mancini Zanchi da Urbino, Silvia Inselvini da Brescia, Laura Renna da Brindisi, Francesca Pasquali da Bologna, Junko Imada da Kamamoto, Giappone, He Wei da Anhui, Cina e Antonio Scaccabarozzi da Merate, scomparso nel 2008.

Gli artisti scelti che dialogheranno gli spazi oggetto della manifestazione sono:
Davide Mancini Zanchi - Chiesa di San Giacomo al Mella (in collaborazione con la galleria AplusB di Dario Bonetta): l'artista ha focalizzato l’attenzione sulla millenaria posizione in cui si trova la chiesa, ossia alle porte di Brescia in direzione Milano. L’edificio è da sempre luogo dedicato ai pellegrini e per questo presenta due lavori che fanno riferimento allo spostarsi: "Affezionato alla propria terra", un tentativo impossibile di portare con sé in uno zaino un albero, e "Finching Masaccio", una serie di quadri che aleggiano nello spazio della chiesa.  
- Rosie Reed e Finbar Ward - MO.CA (in collaborazione con Palazzo Monti residenza di Edoardo Monti): il progetto si chiama "Notes on Growth" ("note sulla crescita") e si ispira al comune malinteso che i giardini rinascimentali italiani siano stati progettati come paradisi simmetrici immancabilmente ordinati e invariabilmente verdi. Durante l'installazione, è possibile determinare tre fasi di rappresentazione, consentendo allo spettatore di osservare la vita e l’evoluzione di elementi delicatamente schiacciati e preservati, plasmati nel materiale, che diventano deformati ed esagerati, raggiungendo infine un regno di saturazione sintetica e colori intensi.
- Junko Imada - Palazzo Monti (in collaborazione con Fondazione Vittorio Leonesio Salò): lavorando nell’ambito della ceramica e della tessitura come pratica di disseminazione e intervento nello spazio, Junko Imada propone avvolgenti e raffinate ambientazioni nelle quali lo spettatore è coinvolto in un percorso di scoperta e meraviglia. 
- Laura Renna e Silvia Inselvini - Spazio contemporanea, corsetto Sant’Agata: il loro progetto espositivo si concentra sull’identità di artista e sull’importanza dell’idea e del processo che porta alla nascita dell’opera d’arte. In particolare, tra le opere si segnala "Horizon" di Laura Renna, ambiente immersivo formato da migliaia di elementi di plastica. Insieme a questa, si vedranno esposti anche una serie di lavori realizzati da Silvia Inselvini. Per rendere il tutto ancora più magico, a questo percorso espositivo si abbinerà una performance di danza realizzata da On Stage.
- Antonio Scaccabarozzi - Spazio contemporanea, corsetto Sant’Agata: il progetto espositivo dal titolo "Transient" è curato da Camilla Remondina e vuole riflettere sul ruolo fondamentale che hanno luce e aria su alcune opere dell'artista realizzate con materiali plastici. Tra gli ambienti, “Labirinto”, mai esposto sinora e quindi anteprima assoluta a livello internazionale, e “Dieci blu”, per la prima volta in Italia. 
- Francesca Pasquali - Bunker, via Odorici: l’artista invade letteralmente i due corridoi dell’ambiente espositivo, presentando in uno di questi l’installazione immersiva “Camminando/Contaminando” realizzata con polistirolo e reti in fibre sintetiche. 
- He Wei: MO.CA (in collaborazione con il programma Stelva Artist in Residence curato da Gianvirglio Cugini) presenterà due opere espressamente eseguite per l’occasione dall’artista cinese.

MECCANICHE DELLA MERAVIGLIA
Sabato 16 marzo  
Chiesa San Giacomo al Mella: 
inaugurazione ore 15
Bunker: inaugurazione ore 16.30
Spazio contemporanea: inaugurazione ore 17.30
Palazzo Monti: inaugurazione ore 18.30 
Mo.ca: inaugurazione ore 19.30
Le mostre resteranno aperte fino al 1 maggio con il seguente orario:
dal giovedì alla domenica dalle 15 alle 19

 

Infohttp://bit.ly/MM13_Brescia

 

 

Galleria: