Portale del turismo del Comune di Brescia: tutte le informazioni utili per la visita della città

  • English
  • Français
  • Deutsch
  • Español
  • Italiano

MECCANICHE DELLA MERAVIGLIA: LO STUPORE NELL'ARTE

Mer, 08/09/2021 - 11:48 -- Armando
Brescia, Meccaniche della Meraviglia

Dall’11 settembre al 10 ottobre torna la manifestazione culturale “Meccaniche della Meraviglia”, giunta alla sua quindicesima edizione.

Il progetto, nato nel 2003 e dedicato alle arti visive contemporanee, coinvolge artisti di fama nazionale e internazionale, che presentano le loro opere, critiche e intermediali, accomunate da una caratteristica fondamentale: lo stretto rapporto con lo spazio che le contiene. Le installazioni intervengono nello spazio, interpretandolo con potente empatia, poesia e rigore e mettendo in crisi i linguaggi artistici tradizionali attraverso una forte decontestualizzazione.

Una novità di quest’anno riguarda i luoghi in cui si svolgerà “Meccaniche della Meraviglia”: dopo cinque edizioni consecutive incentrate esclusivamente sulla città di Brescia, la manifestazione torna nei comuni gardesani che l’hanno tenuta a battesimo, cioè Puegnago del Garda e San Felice del Benaco, a cui si aggiunge Moniga del Garda. Un'occasione per recuperare uno stretto rapporto con le realtà territoriali che hanno permesso al progetto di diventare il più interessante in provincia dedicato all’arte contemporanea.

Questa pluralità di sedi espositive permetterà, inoltre, un’immersione nel territorio bresciano anche aldilà dell’arte: le esposizioni saranno accompagnate da attività legate alla tradizione culinaria, ai vini e alle ricchezze dei singoli luoghi coinvolti.

La manifestazione si aprirà con le inaugurazioni di sabato 11 e domenica 12 settembre, durante le quali verranno presentate tutte le installazioni.

Si comincerà sabato alle 15:30 con “Prima che la luce sparisca” di Giorgio Bertelli, a cura di Antonia Bertelli, nella chiesa settecentesca dei Santi Faustino e Giovita, a Caionvico. Organizzato in quattro momenti distinti, il lavoro accosta immagine, parola, luce e suono, con l'utilizzo di mezzi espressivi diversi che accompagnano il visitatore in un percorso immersivo. Al centro dell’esposizione c’è il libro dell’Ecclesiaste e, in particolare, il Qohélet, su cui Giorgio Bertelli fa una riflessione inedita, sul rapporto che intercorre tra l’uomo e la sconfinata profondità e bellezza del cosmo.

Alle 17, al Museo di Scienze Naturali di Brescia, verrà presentata la seconda installazione: “In divenire”, di Silvia Infranco, a cura di Ilaria Bignotti. La mostra è testimonianza dell’intensità e della feconda generatività della relazione tra natura-scienza-arte e apre alla riflessione sul rispetto di questi elementi, profondamente uniti l’uno con l’altro.

Si proseguirà con la mostra di Medhat Shafik, curata da Elena di Raddo, alle 18 al MO.CA. L'artista egiziano propone un’installazione site-specific ispirata al caravanserraglio, il luogo in cui nei paesi del Mediterraneo i mercanti si scambiavano le merci e allo stesso tempo le loro storie. Unendo pittura e oggetti di recupero Shafik affronta il tema, antico ed attualissimo, della confluenza dei popoli e del sincretismo delle culture.

L'inaugurazione comprenderà un evento speciale: la performance di danza “Meraki”, realizzata in collaborazione con Yoy Performing Arts.

Domenica 12 settembre verranno inaugurate le esposizioni allestite presso i comuni gardesani. Alle 16 a Puegnago del Garda ci sarà la presentazione della mostra curata da Mariacristina Maccarinelli dedicata ad Agostino Perrini. A cinque anni dalla scomparsa dell’artista bresciano, il progetto ripercorre la sua carriera ricordando la sua importanza per il rinnovamento della pittura bresciana. Saranno presentati, in particolare, gli “Erbari”, l’ultimo ciclo di lavori realizzati da Perrini prima della morte.

Alle 17:30, invece, “Tracce di anime”, di Angelica Consoli, curata da Paolo Sacchini. La mostra entra in comunicazione con lo spazio circostante e crea un ambiente in cui accogliere speranze, fede e dolore, nella chiesetta romanica del vecchio cimitero di San Felice del Benaco.

Infine, alle 18:30 a Moniga del Garda Kevin McManus presenterà la mostra dedicata a Valdi Spagnulo. Combinazione di materiali differenti e fusione coerente tra segno, materia, architettura, scultura e pittura sono le cifre stilistiche dell’artista, che qui lavora tra i suggestivi spazi del Castello di Moniga.

La manifestazione è completata da un catalogo che raccoglierà tutte le esposizioni. 

 

MECCANICHE DELLA MERAVIGLIA - XV EDIZIONE
11 settembre - 10 ottobre 2021

ORARI DELLE MOSTRE
- "Prima che la luce sparisca", di GIORGIO BERTELLI: dal martedì alla domenica dalle 15 alle 19, chiesa dei Santi Faustino e Giovita a Caionvico
- MEDHAT SHAFIK: dal martedì alla domenica dalle 15 alle 19
- AGOSTINO PERRINI: dal venerdì alla domenica dalle 15 alle 19 a Puegnago del Garda
- "Tracce di anime", di ANGELICA CONSOLI: dal venerdì alla domenica dalle 15 alle 19
- VALDI SPAGNULO: il parco è aperto tutti i giorni dalle 9 al tramonto. Dal venerdì alla domenica, dalle 15 alle 19 le visite saranno accompagnate

INFO
meccanichedellameraviglia@gmail.com
SITO WEB
FACEBOOK E INSTAGRAM

 

 

Galleria: