Portale del turismo del Comune di Brescia: tutte le informazioni utili per la visita della città

  • English
  • Français
  • Deutsch
  • Español
  • Italiano

TANTE INIZIATIVE PER IL RITORNO DELLA VITTORIA ALATA

Mar, 19/11/2019 - 12:06 -- Greta Chezzi
Vittoria Alata Brescia 2020

Giovedì 14 novembre presso il Salone Vanvitelliano di Palazzo Loggia, sono state presentate le iniziative 2020/2021 per le celebrazioni della Vittoria Alata di Brescia da parte del Comune di Brescia e della Fondazione Brescia Musei. La Vittoria Alata sarà ufficialmente riconsegnata alla città nel giugno 2020, dopo quasi due anni di lavori di restauro condotti dall’Opificio delle Pietre Dure di Firenze. Grazie ai diversi studi scientifici svolti sarà possibile scoprire nuove informazioni sul simbolo di Brescia, come, per esempio, la tecnica di costruzione. La statua, realizzata in bronzo con la tecnica della fusione a cera persa e databile al secondo quarto del I secolo d.C., venne ritrovata nel 1826 nel Capitolium, all’interno di un'intercapedine dell’antico tempio romano, insieme a sei teste imperiali e altri reperti, forse per preservarla da eventuali distruzioni.

In attesa del suo ritorno, ad aprile 2020, il Museo di Santa Giulia ospiterà la mostra “Figure in uno sfondo di energia e di processo. Juan Navarro Baldeweg. Pittura, scultura, architettura”, curata da Pierre-Alain Croset. Una serie di opere di pittura, scultura e architettura testimoniano la ricerca creativa dell’architetto Juan Navarro Baldweg, autore del riallestimento della Vittoria Alata nel Capitolium.
A maggio 2020, in occasione della quarta edizione di Brescia Photo Festival, verranno presentate per la prima volta in Italia 160 immagini tratte dal lavoro monumentale IMPERIVM ROMANVM di Alfred Seiland; tra queste verranno esposte 10 immagini inedite, scattate a Brescia da agosto 2019, che colgono il patrimonio antico della città in diverse stagioni e situazioni, oltre a 20 fotografie inedite che Seiland sta realizzando in questi mesi.

L'appuntamento principale del 2020 avrà luogo a giugno con il ritorno della Vittoria Alata, la grande statua in bronzo simbolo della città di Brescia. Collocata precedentemente nella sezione romana del Museo di Santa Giulia, la Vittoria Alata di Brescia troverà nuova collocazione nella cella orientale del Capitolium, che per l'occasione mostrerà un nuovo riallestimento: l’interno sarà avvolto in un rivestimento di mattoni rossi, ricoperti da una scialbatura bianca; il bronzo sarà posto su un piedistallo cilindrico in marmo bianco di Botticino; la luce artificiale sarà diffusa da una lampada simile a una luna solitaria di colore bianco, appositamente realizzata per questo spazio; l’accesso avverrà attraverso una bussola, chiusa con due porte in vetro per consentire il passaggio della luce naturale indiretta; il pavimento della stanza sarà in terrazzo veneziano, leggermente rialzato e, inoltre, verranno esposte alcune cornici in bronzo ritrovate insieme con la Vittoria nel 1826.
La sezione romana del Museo di Santa Giulia, che ospitava precedentemente la statua in bronzo, verrà riallestita, con reperti mai visti e nuove installazioni.

Sempre a giugno-luglio 2020, andrà in scena lo spettacolo “Calma Musa Immortale. Sulle orme della Vittoria Alata”, diretto da Fausto Cabra e nato dalla collaborazione tra il Centro Teatrale Bresciano e la Fondazione Brescia Musei. Il percorso teatrale porterà gli spettatori all’interno di un viaggio nel tempo, attraversando i luoghi del Tempio Capitolino e di Santa Giulia.

La commistione con il contemporaneo non si esaurisce con gli appuntamenti appena citati: da luglio 2020, il celebre Francesco Vezzoli, autore bresciano conosciuto in tutto il mondo, realizzerà una serie di interventi curatorial dal titolo “Palcoscenici Archeologici”: verrano collocate una serie di opere dell’artista, che condurranno il pubblico dalla terrazza del Capitolium alla Basilica di San Salvatore, in una relazione tra Antico e longobardo, rinnovati dalle opere contemporanee.

Nel mese di novembre 2020 verrà presentata presso il Museo di Santa Giulia la mostra “Vittoria. Il lungo viaggio di un mito”: grazie alla curatela di Marcello Barbanera e Francesca Morandini, l'iconografia della Vittoria Alata verrà esaminata a partire dall'antichità, con l'esposizione di una serie di opere classiche, fino ad arrivare alle raffigurazioni moderne e contemporanee, che l'hanno trasformata in un feticcio pop, indagandone la storia e mostrandone tutti gli aspetti e le sue declinazioni.

Infine l'omaggio alla statua della Vittoria Alata di Brescia si completerà nell’anno 2021 con l'inaugurazione della mostra dell’artista Emilio Isgrò, una retrospettiva appositamente concepita per Santa Giulia e il Parco archeologico,  con installazioni tradizionali, digitali e performance en plein air nel teatro romano; l'artista, con grande generosità, sta realizzando un'originale cancellatura, opera nella quale la Vittoria assumerà il definitivo significato di simbolo paneuropeo, attraverso il segno contemporaneo.

Vittoria Alata Brescia 2020
Da aprile a novembre

Informazioni:
vittorialatabrescia.it
#vittorialatabrescia