Portale del turismo del Comune di Brescia: tutte le informazioni utili per la visita della città

  • English
  • Français
  • Deutsch
  • Español
  • Italiano

Punti di interesse: Musei

Santa Giulia - Museo della città

Mar, 09/10/2012 - 16:09 -- Daniela
Monastero di San Salvatore-Santa Giulia

Il monastero di San Salvatore, detto in seguito di Santa Giulia (915) venne fondato per volontà del re longobar­do Desiderio e di sua moglie Ansa nel 753 d.C., su un'area archeologicamente molto ricca (resti di domus romane sono state rinvenute sotto la basilica di San Salvatore e nell'ortaglia di Santa Giulia). I molti ampliamenti e ricostruzioni succedutesi nei secoli, hanno dato forma al complesso articolato attorno a tre chiostri, così come possiamo ammirarlo oggi; particolarmente significativi quelli operati in età comunale (XII sec.: ricostruzione dei chiostri, ampliamento della cripta di San Salvatore, edificazione di Santa Maria in Solario) e nel tardo sec. XV (radicale ricostruzione dei chiostri cui fu aggiunto quello settentrionale dei dormitori, elevazione del Coro delle monache e spostamento della facciata della chiesa di San Salvatore, che venne a sua volta distrutta e ridisegnata completamente dall’edificazione nuova chiesa di Santa Giulia, terminata nel 1499).

Pinacoteca Civica Tosio Martinengo

Ven, 02/11/2012 - 11:32 -- Armando
Pinacoteca Tosio Martinengo

 

La Pinacoteca, con la sua importante collezione di opere - Raffaello, Foppa, Savoldo, Moretto, Romanino, Lotto, Ceruti, Hayez, Thorvaldsen, Pelagi, Canella e Canova per citare i nomi più noti -, è organizzata attraverso un percorso espositivo in 21 sale concepito per restituire al visitatore la complessità del Museo e delle sue collezioni mediante una riflessione sulla loro storia e sugli orientamenti critici che ne hanno determinato la fisionomia dal tardo-gotico al primo Ottocento.

Museo Mille Miglia

Mer, 27/02/2013 - 14:41 -- Camilla
Brescia, Museo Mille Miglia

L’iniziativa di dar vita a un Museo dedicato alla Freccia Rossa è stata voluta e concretizzata dall’Associazione Museo della Mille Miglia Città di Brescia, costituita da imprenditori bresciani “amici della Mille Miglia” nel dicembre del 1996. La compagine associativa oggi conta 50 soci.
Il nuovo Museo ha aperto al pubblico il 10 Novembre 2004.

Museo delle Armi "Luigi Marzoli"

Mar, 09/10/2012 - 15:09 -- Daniela
Brescia, Museo delle Armi

 In una delle aree più antiche del Castello, il Mastio Visconteo di pregevole fattura trecentesca, significativa sopravvivenza monumentale dell'apparato difensivo del colle Cidneo, si trova il Museo delle Armi "Luigi Marzoli", inaugurato nel 1988 su allestimento di Carlo Scarpa. Ospita una delle più ricche raccolte europee di armature,  armi bianche, armi da fuoco e armature che da un lato raccontano della lunghissima tradizione bresciana nella produzione armiera, e dall'altro ricostruiscono in un percorso espositivo di 580 pezzi (parte dei complessivi 1090 pezzi del lascito disposto dall'industriale Luigi Marzoli) la storia che è insieme bellica e artistica racchiusa negli oggetti d'armeria, in particolare quella milanese e bresciana dei secoli XV-XVIII.

Museo Nazionale della Fotografia

Ven, 07/03/2014 - 10:04 -- Chiara
Museo Nazionale della Fotografia

Il Museo Nazionale della Fotografia Cinefotoclub (fondato nel 1953)  accoglie al suo interno un ricchissimo patrimonio di antiquariato fotografico e cinematografico: attraverso 8000 pezzi vengono raccontate la storia della fotografia dal 1826 fino all'era digitale e la storia del cinema d'amatore e professionista.
L'Archivio ospita oltre 60.000 fotografie, dalle lastre di vetro, ai negativi, alle stampe, diapositive, al supporto digitale. Importantissima è l'esposizione degli antichi procedimenti a copia unica: dagherrotipi, ambrotipi, ferrotipi.

MA.CO.F Centro della Fotografia Italiana

Mer, 27/06/2018 - 15:37 -- Laura
Il tuffatore ph. Nino Migliori, collezione permanente MA.CO.F. Brescia

Ospitato all’interno del MO.CA, il centro per le nuove culture nel barocco Palazzo Martinengo Colleoni di Malpaga (dal cui acronimo il Ma.Co.f trae il suo nome), è una mostra permanente che ricostruisce la storia della fotografia italiana del secondo Novecento.
Un viaggio nelle “icone” della fotografia italiana e nelle storie dei suoi maggiori protagonisti, ma anche un percorso ragionato nell’evoluzione, negli interessi e nelle scelte estetiche e culturali della fotografia italiana.
E’ una collezione di oltre 250 fotografie originali, di 48 tra i più importanti e rappresentativi fotografi italiani del XX secolo, che spaziano dalla fotografia documentaria e giornalistica a quella di moda, dal ritratto alla fotografia di ricerca, dalla pubblicità alla fotografia di paesaggio e raccontano la ricchezza di stili e di personalità della fotografia italiana.