Portale del turismo del Comune di Brescia: tutte le informazioni utili per la visita della città

  • English
  • Français
  • Deutsch
  • Español
  • Italiano

Punti di interesse: Piazze

Piazza del Foro

Mer, 03/10/2012 - 11:20 -- Chiara
Piazza del Foro, ricostruzione

Era il centro religioso e civile di Brescia in età romana. Nella parte settentrionale della piazza, in posizione preminente, sorgeva il  Capitolium, o Tempio Capitolino, con due file di portici laterali (ancora visibili negli archi che salgono dall'antico livello), mentre la Basilica (tribunale),  di cui rimangono i resti inseriti nelle case della vicina piazza Labus, chiudeva il lato sud. 
La grandiosa piazza del Foro era attraversata dal Decumano Massimo, l'attuale via dei Musei, sull’antica direttiva Bergamo-Verona. All'incrocio di questa via si affaccia oggi la chiesa settecentesca di San Zeno al Foro, col piccolo sagrato racchiuso dalla breve cancellata con statue di delfini intrecciati e all'interno un'interessante serie di dipinti.

Piazza Paolo VI (già Piazza Duomo)

Lun, 22/10/2012 - 15:32 -- Chiara
Brescia, Piazza Paolo VI

La piazza, di origine medioevale, rappresenta il cuore della città per gli importanti edifici storici che vi si affacciano, simboli delle libertà civili e delle tradizioni religiose bresciane. Sul lato est si allineano il palazzo del Broletto, comprendente la torre civica e la loggia delle grida e le due cattedrali denominate Duomo Nuovo e Duomo Vecchio. Il Broletto è il più antico palazzo pubblico della città, sede delle magistrature civiche in età comunale. Occupa un intero isolato con una corte centrale costruita in diverse fasi, dall'età medievale fino al '600, quando fu realizzato il solenne porticato settentrionale. Oggi ospita la Prefettura, un posto di Polizia, l'Amministrazione Provinciale e Uffici Comunali.

Piazza della Loggia

Mer, 18/07/2012 - 12:17 -- hunter
Piazza della Loggia

Piazza della Loggia venne progettata in piena epoca rinascimentale, e verso la fine del XV secolo si cominciò la costruzione vera e propria.
La piazza divenne subito il cuore pulsante della città sia per la sua posizione, sia per la presenza della Loggia che venne anch'essa ultimata nel 1574, sotto la direzione di Filippino de' Grassi, che diventerà sede della vita amministrativa cittadina negli anni.
Tutto intorno alla piazza si trovano edifici cinquecenteschi in chiaro stile veneziano, abbastanza modesti nello stile, ma di forte impatto visivo, mentre di fronte alla Loggia, nel lato orientale, troviamo i portici anch'essi in stile rinascimentale sormontati dalla " torretta dell'Orologio", denominata così per la presenza di un antico orologio del 1546.

Piazza del Mercato

Mer, 22/08/2012 - 16:48 -- hunter
Piazza del Mercato

Sorta in epoca medioevale sulle aree spianate dalla demolizione delle mura del XII secolo, era una piazza riservata al mercato di panni e lino e risalgono alla fine del '400 le case bottega ed i portici ad arco ribassato sul lati meridionale e orientale. Nella seconda metà del XVI  sec. il Comune affidò all’architetto Ludovico Beretta l'incarico di progettare il lato nord, dove fu eretta la casa a portici dalle severe linee rinascimentali. Nel 1608 Pier Maria Bagnadore costruì la piccola chiesa di S. Maria del Lino a pianta quadrangolare con copertura a cupola, intorno ad un affresco conside­rato miracoloso. Nel 1675 la piazza fu completa­ta a ovest dal Palazzo Martinengo Palatini, elegante palazzo barocco dall’armoniosa facciata coronata dalle statue di Minerva e Marte, forse di Sante Calegari, e raffinato por­tale; attualmente è sede del Rettorato dell’Università statale di Brescia.

Piazza Tebaldo Brusato

Mar, 09/09/2014 - 11:48 -- Laura
Brescia, Piazza Tebaldo Brusato

In epoca medievale  in un’area di pertinenza adiacente al Monastero di Santa Giulia, vi era un grande brolo coltivato ad orti. Dal 1173 fu trasformato in una piazza pubblica, unica allora in città, autorizzata alla vendita e denominata del ”Mercato Nuovo”. Nelle sue vicinanze, in seguito a questa destinazione, crebbero molti edifici di commercianti e artigiani. Col trascorrere dei secoli, mutate le funzioni, vi si affacciarono importanti residenze di aristocratiche famiglie, come l’imponente Palazzo Cigola, oggi Fenaroli.

Piazzale Arnaldo

Mer, 10/09/2014 - 10:03 -- Armando
Brescia, piazzale Arnaldo

L’ ottocentesca piazza dedicata all’ illustre frate bresciano Arnaldo fu realizzata con un intervento urbanistico che abbinò il carattere di “pubblica utilità” a quello della “magnificenza”.
Il vasto piazzale e il lungo edificio porticato adiacente traggono origine dalla necessità di trasferire il mercato dei grani un tempo ubicato in piazza della Loggia e poi in via San Faustino.

Piazzetta "Curt dei Pulì"

Mer, 08/07/2015 - 10:21 -- Laura
Brescia, Piazzetta "Curt dei Pulì"

La tradizione vuole che un nobile Polini, per un duello con un principe di Savoia, dovette lasciare il Piemonte e venne a Brescia, dove comprò alcune case tra via Rossovera e Corso Mameli, che formarono “la Corte dei Polini”. Altri antichi documenti attestano invece le proprietà a un mercante di pelli, Domenico Polini, i cui discendenti costruirono nel ‘700 l’omonimo palazzo in via Moretto. Dalle case circostanti (grande altana  su una di esse), numerose finestre si affacciano sul cortile, oltre a un porticato con cinque archi ribassati, capitelli ionici e volte a crociera.