Portale del turismo del Comune di Brescia: tutte le informazioni utili per la visita della città

  • English
  • Français
  • Deutsch
  • Español
  • Italiano

Punti di interesse

Chiesa di San Francesco d'Assisi

Mar, 09/10/2012 - 16:01 -- Anonimo (non verificato)
Brescia chiesa di San Francesco d'Assisi

Costruita negli anni 1254-1265, con ampliamenti nei secoli successivi, si rifà ad uno stile di transizione fra il Romanico ed il Gotico: appartiene alla fase iniziale, oltre la massiccia pare­te occidentale ed il campanile, la facciata, in medolo, con ter­minazione a capanna, magnifi­co rosone e portale marmoreo strombato. L'interno, semplice e severo, ha un’impostazione basilicale a tre navate e presenta copertura a carena di nave sulla navata centrale e tra­vatura a vista nelle laterali. Ricchissima ed assai importan­te è la decorazione pittorica di questa chiesa, che vanta, nella parete destra, numerosi interes­santi affreschi di carattere votivo che originariamente dovevano coprirne per intero la superficie, per la maggior parte databili dei secoli XIV e XV  tra essi una Deposizione di ambito giottesco e l’affascinante scena con Frati e secolari.

Museo Mille Miglia

Mer, 27/02/2013 - 14:41 -- Camilla
Brescia, Museo Mille Miglia

L’iniziativa di dar vita a un Museo dedicato alla Freccia Rossa è stata voluta e concretizzata dall’Associazione Museo della Mille Miglia Città di Brescia, costituita da imprenditori bresciani “amici della Mille Miglia” nel dicembre del 1996. La compagine associativa oggi conta 50 soci.
Il nuovo Museo ha aperto al pubblico il 10 Novembre 2004.

Palazzo del Broletto

Mer, 10/10/2012 - 15:16 -- Anonimo (non verificato)
Palazzo del Broletto

Il Palazzo, centro del governo del Comune e delle Signorie, risultato architettonico dell'addi­zione di diversi interventi costruttivi che si protrassero per circa un secolo, si sviluppa su pianta complessa intorno a vari cortili interni ed è inscrivibile in un quadrilatero di circa 100x75 metri. Il lato meridionale, verso via Cardinal Querini di fronte al fianco sinistro del duomo, corrisponde alI'antico "Palatium Novum Maius" (1223-1227) che fu ampiamen­te modificato, soprattutto nel Seicento.

I Portici e la Torre dell'Orologio

Mar, 16/10/2012 - 16:45 -- Armando
I portici e la Torre dell'Orologio

II lato orientale di piazza della Loggia presenta un edificio con porticato in ordine ionico, sormontato da due piani con finestre architravate e caratterizzato da una spiccata bicromia di gusto veneziano. L'edificio, eretto in corrispondenza del perimetro difensivo della viscontea “Cittadella Nuova” (1363), venne progettato da Lodovico Beretta e realizzato da Pier Maria Bagnadore nel 1595; incorpora la Torretta dell'orologio (1540-1550), con orologio meccanico opera di Paolo Gennari da Rezzato e decorazione del quadrante astronomico a mano di vari artefici.

I Monti di Pietà

Mar, 16/10/2012 - 16:26 -- Armando
Brescia, Monte vecchio di pietà

 

Il lato sud della piazza è occu­pato dagli edifici del Monte di Pietà vecchio (1484-1489) edificato su disegno di Filippo de’ Grassi, che deriva il nome dall'istituzione che vi prese luogo dal 1490, e del Monte di Pietà nuovo (1596-1600) su disegno di Pier Maria Bagnadore..

Il Teatro Grande e il Ridotto

Gio, 18/10/2012 - 16:15 -- Armando
Brescia, Teatro Grande

Il Teatro, opera del 1739 dell’architetto Carlo Manfredi, sorge nello stesso luogo dove, un secolo prima, nel 1664 era nato il primo teatro pubblico a Brescia, voluto  dall'Accademia degli Erranti. Vennero  aggiunte, ideate da Gaspare Turbino, nel 1789 la fac­ciata con le tre grandi arcate che s'inseriscono nei portici di Corso Zanardelli e, successiva­mente, la scalinata monumenta­le che conduce all'entrata del Teatro.

Biblioteca Queriniana e Palazzo Vescovile

Gio, 18/10/2012 - 16:00 -- Armando
Brescia: Biblioteca Queriniana e Palazzo Vescovile

La Biblioteca Queriniana fu fondata nel 1747 dal cardinale Angelo Maria Querini, vescovo di Brescia e appassionato bibliofilo, il quale la dotò non solo delle sue collezioni bibliografiche private e di rendite, ma fece anche costruire su disegno dell'architetto bresciano Marchetti uno splendido palazzo per ospitare degnamente la nuova istituzione. Donata dallo stesso fondatore al Comune di Brescia, venne aperta al pubblico nel 1750 quasi in contemporanea con la biblioteca Braidense di Milano.
Nel 1797 dichiarata Biblioteca nazionale dal Governo provvisorio, si arricchì di fondi provenienti dalle biblioteche dei conventi soppressi.
Tornata comunale all'inizio del secolo scorso, vi confluirono in seguito vari legati privati (Martinengo da Barco, Carboni, Lechi, Dandolo, Gussago-Ducos, Di Rosa, Zanardelli, Fe' d'Ostiani, ecc.) nonché ulteriori fondi di monasteri soppressi.

Piazza del Mercato

Mer, 22/08/2012 - 16:48 -- Anonimo
Piazza del Mercato

Sorta in epoca medioevale sulle aree spianate dalla demolizione delle mura del XII secolo, era una piazza riservata al mercato di panni e lino e risalgono alla fine del '400 le case bottega ed i portici ad arco ribassato sul lati meridionale e orientale. Nella seconda metà del XVI  sec. il Comune affidò all’architetto Ludovico Beretta l'incarico di progettare il lato nord, dove fu eretta la casa a portici dalle severe linee rinascimentali. Nel 1608 Pier Maria Bagnadore costruì la piccola chiesa di S. Maria del Lino a pianta quadrangolare con copertura a cupola, intorno ad un affresco conside­rato miracoloso. Nel 1675 la piazza fu completa­ta a ovest dal Palazzo Martinengo Palatini, elegante palazzo barocco dall’armoniosa facciata coronata dalle statue di Minerva e Marte, forse di Sante Calegari, e raffinato por­tale; attualmente è sede del Rettorato dell’Università statale di Brescia.

Chiesa di Santa Maria dei Miracoli

Mer, 10/10/2012 - 13:54 -- Anonimo (non verificato)
Brescia, chiesa di Santa Maria dei Miracoli

Gioiello di scultura rinascimen­tale, fu edificata a partire dal 1488 per onorare l'immagine miracolosa della Madonna col Bambino affrescata all'esterno di una abitazione che sorgeva in questo luogo: la parte centrale della facciata (1488) ne era in origine il sacello. La facciata presenta accanto a questo nucleo centrale più antico, il protiro a quattro colonne aggiunto verso la fine del XVI secolo e il coronamento superiore del 1560; le parti laterali sono invece del Seicento.

Pagine