Portale del turismo del Comune di Brescia: tutte le informazioni utili per la visita della città

  • English
  • Français
  • Deutsch
  • Español
  • Italiano

Punti di interesse

Chiesa di Santa Maria del Carmine

Mar, 09/10/2012 - 16:32 -- Anonimo (non verificato)
Brescia Santa Maria del Carmine

Alto esempio dell’architettura gotica a Brescia, fu costruita nel 1429-1475 accanto al convento dei Carmelitani qui sorto nel XIV secolo. La struttura lombardo-gotica della chiesa è stata in parte snaturata nel XVI secolo a causa di rimaneggiamenti che portarono alla muratura delle finestre oblunghe e le originarie arcate a sesto acuto furono cambiate in aper­ture a tutto sesto.

Chiesa di Sant'Agata

Ven, 19/10/2012 - 11:27 -- Camilla
Brescia, Chiesa di Sant'Agata

La struttura architettonica della chiesa risale ai secoli XIV e  XV.
L'interno, preceduto da un bel portale rinascimentale sormontato da statue barocche,  presenta una visione imponente pur col sovrapporsi di elementi di epoche diverse, quali il presbiterio del Quattrocento, le volte e la balconata del Cinquecento, gli altari, la decorazione a fresco e gli stucchi del Seicento, la cappella del SS. Sacramento del Settecento.
Tutta la navata appare più spaziosa e profonda per gli affreschi ad architetture (1683). 

Torre della Pallata

Mer, 13/03/2013 - 14:43 -- Chiara
Brescia, Torre della Pallata e fontana

La torre, uno degli emblemi della città, venne costruita nel 1248 e viene annoverata fra i principali monumenti del periodo medioevale. Eretta utilizzando molti resti di edifici romani lungo le preesistenti mura medievali, a difesa della porta detta di San Giovanni, si alza per 31 metri e presenta una pianta quadrata di 10,6 metri. Svolse la funzione di deposito del tesoro comunale, magazzino annonario e anche prigione. L’area campanaria venne aggiunta nel Quattrocento, mentre nel Cinquecento venne incastonata nel suo basamento la fontana su via Pace, eseguita nel 1596 da Antonio Carra,  su disegno dell'architetto Pietro Maria Bagnatore. L'architetto bresciano rappresentò un complesso scenografico ricco di simbolismi e riferimenti mitologici: Brescia, rappresentata in veste di Pallade, sovrasta e corona l'insieme,  allusivamente ispirato alla ricchezza in acque del territorio bresciano. Per alcuni autori infatti, le due figure sdraiate, personificano i fiumi Garza e Mella, per altri i laghi di Garda e di Iseo.

Chiesa e Santuario di Santa Maria delle Grazie

Mar, 09/10/2012 - 16:39 -- Anonimo (non verificato)
Brescia, chiesa di Santa Maria delle Grazie

Edificata a partire dal 1522 dai frati Gerolamini, presenta una semplice facciata arricchita da un magnifico portale, prove­niente dall’antica chiesa della congregazione, che fu distrutta dalle demolizioni effettuate per la spianata veneta di Borgo Pile. Il portale in pietra, decorato secondo il gusto lombardo della seconda metà del XV secolo, conserva i battenti in legno realizzati dal cremonese Filippo Morari, datati 1490.

Chiesa di San Giovanni Evangelista

Mar, 09/10/2012 - 11:34 -- Chiara
Brescia San Giovanni Evangelista

La chiesa, fondata nel IV secolo da san Gaudenzio, vescovo di Brescia, fu ricostruita fra il 1440 e il 1447 e rimaneggiata nel XVII secolo. La facciata, di severa struttura quattrocentesca, ha un portale in pietra con arco sorretto da due colonne del primo Cinquecento, affiancato da archi ogivali, resti delle tombe Maggi e Paitone. L’interno, a croce latina con tre navate, è stato totalmente rimaneggiato nella prima metà del Seicento da Girolamo Quadrio, che incorporò gli antichi pilastri in cotto in altri imponenti in pietra; dell’originaria struttura Quattrocentesca rimangono solamente la cappella del Santissimo Sacramento, quella di Santa Maria, con affreschi di scuola foppesca, e l’abside poligonale.

Chiesa dei Santi Faustino e Giovita

Mer, 10/10/2012 - 14:04 -- Anonimo (non verificato)
Brescia, Santi Faustino e Giovita

Nel 1622 Antonio e Domenico Comino edificarono l'attuale chiesa dedicata ai patroni della città su demolizione di edifici religiosi precedenti; fu rispar­miato il campanile (XII sec.) che conserva fino alla prima cella campanaria la struttura originaria in medolo. La faccia­ta con ricche decorazioni mar­moree, iniziata nel 1698 e ter­minata entro il 1711, è considerata il capolavoro di Bernardo Fedrighini.

Museo delle Armi "Luigi Marzoli"

Mar, 09/10/2012 - 15:09 -- Daniela
Brescia, Museo delle Armi

 In una delle aree più antiche del Castello, il Mastio Visconteo di pregevole fattura trecentesca, significativa sopravvivenza monumentale dell'apparato difensivo del colle Cidneo, si trova il Museo delle Armi "Luigi Marzoli", inaugurato nel 1988 su allestimento di Carlo Scarpa. Ospita una delle più ricche raccolte europee di armature,  armi bianche, armi da fuoco e armature che da un lato raccontano della lunghissima tradizione bresciana nella produzione armiera, e dall'altro ricostruiscono in un percorso espositivo di 580 pezzi (parte dei complessivi 1090 pezzi del lascito disposto dall'industriale Luigi Marzoli) la storia che è insieme bellica e artistica racchiusa negli oggetti d'armeria, in particolare quella milanese e bresciana dei secoli XV-XVIII.

Duomo Nuovo

Gio, 20/09/2012 - 10:59 -- Camilla
Brescia Duomo nuovo

Dedicato alI' Assunta, il Duomo fu progettato dall'architetto bresciano Giovan Battista Lantana e costruito inizialmen­te sotto la direzione di Pietro Maria Bagnadore e, nel '700, di Giovan Battista Marchetti e poi di suo figlio Antonio. Posta sul lato est della piazza Paolo VI, la cattedrale è in posizione centrale tra il Duomo Vecchio e il Broletto. Sorta sul luogo di un duomo paleocristia­no (S. Pietro de Dom), la sua costruzione iniziò nel 1604, ma i lavori proseguirono con len­tezza, tant'è che solo nel 1825 l'architetto Rodolfo Vantini ne completò la cupola, su progetto di Luigi Gagnola (ricostruita poi dopo il bombardamento del 1943).

Pagine