Portale del turismo del Comune di Brescia: tutte le informazioni utili per la visita della città

  • English
  • Français
  • Deutsch
  • Español
  • Italiano

SPONGATA

Lun, 14/01/2019 - 11:05 -- Camilla
Sottosezione: 
Brescia, Spongata

La Spongata di Erbanno, detta anche in dialetto “spongada”, è un dolce tipico della tradizione bresciana in particolare della Valcamonica.
Veniva inizialmente preparata esclusivamente nel periodo pasquale, oggi invece viene cucinata tutto l’anno.
Si tratta di una focaccina dolce, ottima da accompagnare con delle marmellate fatte in casa o come sfiziosa merenda per i bimbi.

Ingredienti

500g  farina manitoba
50g  zucchero semolato
5g  lievito secco attivo di birra o 10g di lievito fresco
200ml  latte tiepido
2 uova intere
100g  burro
1 cucchiaino scarso di sale
1 tuorlo d’uovo sbattuto con 1 cucchiaino di latte per spennellare
zucchero semolato per decorare

Procedimento

In una ciotola preparare il lievitino, mescolando il latte tiepido insieme allo zucchero e al lievito.
Lasciate riposare per una ventina di minuti. Nel frattempo, estrarre il burro dal frigorifero, pesarlo e tagliarlo a dadini. Sbattere in una ciotolina l’uovo.
Ora per procedere alla realizzazione della spongata si può procedere in due modi:
1) A mano: mettere in una ciotola capiente la farina e formare una fontana. Versare al centro il lievitino assieme al latte e allo zucchero e all’uovo sbattuto. Incominciare a lavorare bene il tutto, aggiungere il sale e, poco alla volta, i cubetti di burro. Trasferire l’impasto su una spianatoia e lavorarlo per 10 minuti. Una volta ottenuta una palla d’impasto liscia ed omogenea, metterla in una ciotola, coprirla con un panno e lasciarla lievitare per almeno 2 ore, fino al raddoppiamento del volume.
2) Con l’impastatrice: mettere nella brocca dell’impastatrice la farina e il lievito e azionare alla minima velocità. Versare l’uovo sbattuto, il sale e aspettare che il tutto si amalgami all’impasto. Mantenendo l’apparecchio in funzione, aggiungere poco burro alla volta. Una volta terminata l’aggiunta di questo ingrediente, fare lavorare l’impastatrice per circa 8 minuti, fino a quando non si sarà ben incordato al gancio. Una volta ottenuta una palla d’impasto liscia ed omogenea, mettere in una ciotola, coprirla con un panno e lasciarla lievitare per almeno 2 ore, fino al raddoppiamento del volume.
A questo punto, a prescindere dal metodo utilizzato, infarinare con poca farina il piano di lavoro e dividere l’impasto lievitato in 10 pezzi, formando delle palline.
Posizionare le palline ben distanziate su due teglie rivestite di carta da forno. Coprirle con un panno e lasciarle lievitare per almeno 45 minuti.
Scaldare il forno a 200°C.
Praticare con un coltello un taglio sui panetti lievitati. Spennellarli con il tuorlo sbattuto con il latte e spolverarli con abbondante zucchero semolato.
Infornarli  e cuocerli per 15 – 20 minuti.
Una volta cotti e dorati, lasciarli raffreddare bene su una gratella.