Portale del turismo del Comune di Brescia: tutte le informazioni utili per la visita della città

  • English
  • Français
  • Deutsch
  • Español
  • Italiano

Tags : Museo di Santa Giulia;

Brescia, Museo Santa Giulia, Glorificazione della Vergine con angeli musicanti
La lunetta proviene dall’ala nord del chiostro settentrionale del convento di Santa Caterina a Brescia, dal quale venne strappata nel 1955 da Battista Giuseppe Simoni per “l’avanzato grado di deterioramento”.
Questo tratto del chiostro, insieme alla parete sud della chiesa, fu risparmiato dalle demolizioni degli inizi del Novecento ed è l’unico elemento ancora esistente di questo splendido complesso monastico trecentesco che ospitava le domenicane di Pavia. La chiesa doveva essere adorna di notevoli composizioni pittoriche tre-quattrocentesche, di cui rimangono alcuni pregevoli lacerti nella collezione della Pinacoteca Tosio Martinengo.
 
Tra questi, esposto nella sezione “L’età del Comune e delle Signorie”, si trova l’affresco con la Glorificazione della Vergine con angeli musicanti, che presenta al centro la Madonna con lo sguardo rivolto verso l’alto e le mani giunte in segno di preghiera, che viene portata in cielo dagli angeli.

Eventi

Le visite tematiche dedicate a gruppi di persone sorde e sordomute, vengono condotte nella Lingua Italiana dei Segni (LIS) da un informatore sordo con funzioni di mediazione e specificamente formato sul patrimonio museale bresciano.

Le visite tematiche dedicate a gruppi di persone sorde e sordomute, vengono condotte nella Lingua Italiana dei Segni (LIS) da un informatore sordo con funzioni di mediazione e specificamente formato sul patrimonio museale bresciano.

Le visite tematiche dedicate a gruppi di persone sorde e sordomute, vengono condotte nella Lingua Italiana dei Segni (LIS) da un informatore sordo con funzioni di mediazione e specificamente formato sul patrimonio museale bresciano.

Le visite tematiche dedicate a gruppi di persone sorde e sordomute, vengono condotte nella Lingua Italiana dei Segni (LIS) da un informatore sordo con funzioni di mediazione e specificamente formato sul patrimonio museale bresciano.

Le visite tematiche dedicate a gruppi di persone sorde e sordomute, vengono condotte nella Lingua Italiana dei Segni (LIS) da un informatore sordo con funzioni di mediazione e specificamente formato sul patrimonio museale bresciano.

Subscribe to Tags